indicizzazione posizionamento su google

Quando si sta per sviluppare un sito web, un e-commerce o un blog, si ha la speranza di poterlo vedere comparire tra i primi risultati dei motori di ricerca, per raggiungere un numero elevato di potenziali clienti e allo stesso tempo acquisire notorietà e aumentare il traffico sulle pagine web.

Per raggiungere questo risultato bisogna passare da due step fondamentali: l’indicizzazione ed il posizionamento.

I termini indicizzazione e posizionamento spesso vengono accomunati, ma nella pratica identificano due momenti ben distinti e separati. In questo articolo cercheremo di spiegarvi la differenza tra i due termini e come ottenere entrambi per massimizzare la visibilità del vostro sito web sui motori di ricerca.

Cos’è l’indicizzazione di un sito web

L’indicizzazione è il primo passo per rendere visibile un sito web sui motori di ricerca ma soprattutto “ai motori di ricerca”. Partiamo dalla base: se una pagina internet non è indicizzata, non potrà mai comparire nei risultati di ricerca.

L’indicizzazione, come dice la parola stessa, è quel processo che permette a un sito internet di essere inserito all’interno dell’indice del motore di ricerca. Questo processo detto in termini semplici consiste nel:

  1. rendere visibile il sito al motore di ricerca;
  2. renderlo facilmente scansionabile dai suoi spider;
  3. fare in modo che i suoi contenuti vengano letti e interpretati correttamente.

Se lo spider trova il sito, lo naviga senza problemi ed interpreta in maniera corretta i suoi contenuti, le pagine del sito vengono inserite all’interno dell’indice del motore di ricerca.

Il processo di indicizzazione sui principali motori di ricerca può avvenire o in maniera automatica o può essere avviato tramite una vostra segnalazione.

L’indicizzazione automatica avviene quando i “bot” (anche detti spider o crawler), che scansionano periodicamente il web incontrano, il vostro sito e da lì, come visto prima lo navigano, lo interpretano e lo indicizzano.

La procedura automatica di indicizzazione presenta tempistiche variabili, visto che non sempre gli spider si accorgono immediatamente della presenza di un nuovo sito web.

Per velocizzare questa procedura potete avviarla manualmente segnalando al motore di ricerca il vostro sito web, o una nuova pagina che avete creato, tramite un apposito tool, che nel caso di Google è la Google Search Console.

Un’alternativa potrebbe anche fare in modo che il vostro sito ottenga un link da un altro sito web già indicizzato, cosicché lo spider si accorga della vostra presenza, ma questa è una soluzione che va gestita in maniera corretta e vedremo come in un prossimo articolo.

Cos’è il posizionamento di un sito web

Dopo aver compreso quanto sia importante far indicizzare un sito web dai motori di ricerca è ora di passare al secondo step: come posizionare un sito web. Se l’indicizzazione serve per rendere visibile il vostro sito web al motore di ricerca e fare in modo che lo inserisca nel suo database, il posizionamento è quell’operazione che vi permetterà di comparire tra i primi risultati di ricerca per determinate parole chiave.

A differenza dell’indicizzazione che è un passaggio semplice e in alcuni casi automatico, posizionare un sito web è un’operazione molto più complessa e articolata. Se il vostro sito web è inserito nell’indice del motore di ricerca, potrebbe trovarsi in prima posizione o allo stesso tempo nella centesima posizione per una determinata parola chiave.

Questo posizionamento viene determinato in base a degli algoritmi predeterminati dai motori di ricerca che vengono periodicamente aggiornati. I motori di ricerca per posizionare un sito web analizzano il contenuto delle pagine e lo valutano sulla base di oltre 200 fattori di ranking decidendo il loro posto in classica per le diverse parole chiave.

Quindi, da cosa è determinato il posizionamento di una pagina su Google?

Come abbiamo sottolineato in precedenza, i motori di ricerca, ed in particolare Google, per posizionare i siti web utilizzano degli algoritmi che si basano su oltre 200 fattori di ranking sulla base dei quali premiano o meno i vari contenuti.

L’obiettivo del motore di ricerca è quello di fornire agli utenti esclusivamente i risultati più pertinenti, completi ed esaustivi rispetto alle loro ricerche.

L’algoritmo di Google ha il compito quindi di analizzare migliaia di contenuti e stabilire quali possono essere i più utili per l’utente. Questo algoritmo inoltre si aggiorna periodicamente per offrire sempre i migliori risultati di ricerca, perciò è necessario comprendere a fondo cosa Google privilegia e identifica come utile ed interessante ma soprattutto quale può essere il search intent dell’utente. In ogni caso, l’algoritmo di Google penalizza siti con contenuti scarsi, pagine che non vengono mai visitate dagli utenti, siti che contengono troppi link in uscita o che sono il perfetto duplicato di altre pagine già note.

Come indicizzare un sito su Google

Ora che abbiamo compreso l’enorme differenza tra indicizzazione e posizionamento sui motori di ricerca, vediamo nella pratica come indicizzare su Google un intero sito web oppure un nuovo contenuto di un sito web già indicizzato.

Come detto prima, per evitare di aspettare il passaggio automatico del bot potete avviare manualmente il processo di indicizzazione da parte di Google segnalando la Url del vostro sito oppure del nuovo contenuto che volete indicizzare al seguente indirizzo:

https://www.google.it/intl/it/add_url.html

Un’altra procedura che vi consigliamo vivamente è quella di creare un account su Google Search Console per il vostro sito e di gestire da lì la segnalazione a Google del vostro intero sito o de nuovi contenuti che andrete mano a mano ad inserire.

Vi basterà digitare la url del contenuto nella barra in alto, e se Google non la trova nel suo database sarà lui stesso a suggerirvi di “inviarla al suo indice”.

Come posizionare un sito su Google

Per posizionare un sito web su Google, non si può semplicemente compilare un modulo ma bisogna cercare di renderlo interessanti agli “occhi” dell’algoritmo di Google. Come? Lavorando di Ottimizzazione Seo on-page e ottimizzazione Seo off-site.

Posizionare un sito nei primi risultati di ricerca di Google, significa avere la possibilità di essere visti da un numero infinito di potenziali clienti o semplici utenti, determinando un aumento delle interazioni o addirittura delle conversioni.

Capire cosa interessi all’algoritmo di Google è molto difficile, per questo gli esperti SEO sono alla continua ricerca di metodi efficaci per consentire un buon posizionamento nella SERP di Google. In generale, per posizionarvi tra i primi risultati dovete ricercare delle keyword che identificano con precisione il vostro campo di azione, redigere contenuti di qualità e che possano essere considerati utili pertinenti per gli utenti, ottimizzare le pagine per i dispositivi mobili, individuare l’area geografica dove si opera, inserire video e immagini di qualità, ottimizzare la struttura del sito, guadagnare dei link in ingresso da siti autorevoli, ottimizzare il codice del sito ecc…

seo specialist

Vuoi farti trovare da tanti nuovi clienti sul web?

Possiamo pianificare una strategia SEO per permetterti di farti trovare sul web da tanti nuovi potenziali clienti!

SCOPRI DI PIÙ
[Voti: 2    Media Voto: 5/5]